Diagnosi della parentela e identificazione del DNA

Fugare dubbi sulle doppie monte e/o eventuali fecondazioni non controllate, attestando la parentela tra i soggetti o semplicemente leggere il profilo genetico di un cane.

Diagnosi Parentela e Identificazione DNA

Leggi di seguito in cosa consiste

Diagnosi di parentela

Grazie al perfezionamento delle tecniche di biologia molecolare oggi è possibile effettuare tale test con costi contenuti ed affidabilità prossima al 100%. Spesso si rende necessario nel caso di accoppiamenti fortuiti, non programmati, oppure nel caso della specie canina per gravidanze a paternità mista. Si può anche effettuare per scopi puramente commerciali considerandolo come valore aggiunto nella certificazione del pedigree del cane.

Per eseguire il prelievo di dna si effettua un piccola puntura con apposita lancetta sul labbro superiore o sul padiglione auricolare e si deposita una goccia di sangue fresco su un particolare dispositivo detto vet Kard che verrà poi inviato ad un laboratorio accreditato ENCI che effettuerà l’esame.

Identificazione del DNA

L’identificazione del DNA consiste nella lettura del profilo genetico di un cane. Come è risaputo il DNA   di un soggetto è unico al mondo ed irripetibile, esso rimane  costante nell’arco della vita  e consente sempre un inequivocabile  riconoscimento dell’individuo in questione.
L’analisi consiste nell’estrazione del DNA da una goccia di sangue  o da un tampone buccale, e determinazione del profilo genetico  attraverso la lettura di particolari regioni chiamate Microsatelliti. L’analisi dei microsatelliti viene condotta mediante una reazione enzimatica di amplificazione del DNA,  detta PCR, che consente di moltiplicare una regione del DNA copiandola in varie fasi successive, fino ad ottenerne milioni di copie. In pratica, considerando la molecola del DNA come un grosso libro e le regioni Microsatelliti come una pagina di questo libro, con la metodica di PCR si “fotocopia” milioni di volte  questa pagina, fino ad ottenerne una quantità idonea per l’esecuzione dell’esame.
Una volta “letto” il DNA sarà possibile compararlo  con un altro  campione per accertare l’identitá del cane e verificarne la reale corrispondenza o per  effettuare relazioni di parentela.
© Copyright - TEST DNA CANI della DR. CATERINA RALLO - P.I. 03080980836 - C.F. rllcrn77r61d423b - Sito realizzato da Marco Rosetti